7 trucchi per eliminare il cattivo odore nel bucato

7 Modi per eliminare il cattivo odore nel bucato

Blog | 29 Agosto 2019

Ti sarà capitato almeno una volta di indossare finalmente quella maglietta che tanto adori, fresca di bucato e sentirti addosso quello sgradevole odore, come se non l’avessi mai lavata! Fare il bucato può non richiedere troppo tempo e dare molte soddisfazioni. Non sempre è complicato e impegnativo.

Quando si tratta di rinfrescare, lavandoli, qualche maglietta o un paio di pantaloni, che non presentino particolari macchie dovute a incrostazioni (come può accadere invece per tovaglie e strofinacci), basta inserire i capi in lavatrice, mettere il detersivo e il gioco è fatto.

Purtroppo però non è sempre così semplice e la delusione è spesso maggiore, proprio in questi casi. Quando raccogli i panni asciutti ti accorgi che puzzano come se non li avessi mai lavati. E ti chiedi: cosa ho fatto di sbagliato? Cosa potevo fare di più?

È più comune di quanto si pensi accorgersi di cattivo odore nel bucato. Se ti è capitato di ritrovare un bucato appena lavato che puzza, leggi la guida su come eliminare il cattivo odore nel bucato.

Scoprirai che, grazie a piccoli e semplici accorgimenti quotidiani potrai eliminare i cattivi odori dai tuoi panni e godere di un bucato sempre ben asciutto e profumato.

Sei pronto? Cominciamo:

  • Rivaluta l’uso del detersivo tradizionale
  • Usa il bicarbonato
  • Pulisci periodicamente la lavatrice
  • Stendi subito (non lasciare troppo tempo i panni in lavatrice)
  • Stendi i panni al sole e/o al vento
  • Metti i panni nell’armadio solo quando sono perfettamente asciutti
  • Scegli TerraWash come alternativa al tuo detersivo

 

1. Rivaluta l’uso del detersivo tradizionale

Il primo consiglio che vogliamo darti è quello di rivalutare l’utilizzo del detersivo tradizionale.

In pochi sanno che una delle cause dei cattivi odori nel bucato è proprio l’utilizzo eccessivo di detersivo. Molto spesso tendiamo a riempire il cassetto del detersivo, sperando che più detersivo si mette in lavatrice più i panni verranno puliti e profumati.

Lasciati dire che questo non è sempre corretto.

Esagerare con le dosi di detersivo rischia di creare dei residui all’interno della lavatrice che accumulandosi producono muffe o batteri e con questi si generano i cattivi odori. Inoltre se si utilizza troppo detersivo c’è il rischio che rimangano dei residui di prodotto anche sui capi di abbigliamento che, una volta indossati, possono essere causa di irritazioni e allergie.

Per evitare questi ed altri inconvenienti, ti consigliamo di non utilizzare il detersivo, o piuttosto di utilizzarne una piccola dose, inserendo nel cestello della lavatrice o nel suo cassettino, la quantità di prodotto sufficiente a lavare e disinfettare bene i tuoi capi. I vestiti non troppo sporchi, non necessitano di quantità esagerate di detersivo. Le indicazioni contenute sulle confezioni di detersivi e ammorbidenti, a volte sono esagerate.

Oggi poi abbiamo la possibilità di trovare alternative valide ai tradizionali detersivi da bucato. Tieni in considerazione questa ipotesi e approfondisci l’argomento con noi, continuando a leggere la guida.

 

7 trucchi per eliminare il cattivo odore nel bucato 1

 

2. Usa il bicarbonato

Un valido aiuto per eliminare i cattivi odori è sicuramente il bicarbonato. Oltre ad essere un ottimo sostituto naturale di sgrassatore e anticalcare (abbinato ad acqua e succo di limone) e dunque un comodo strumento per l’igiene di tutta la casa, il bicarbonato di sodio aiuta ad eliminare il cattivo odore nel bucato, dovuti allo sporco e all’umidità. Puoi trovare il bicarbonato di sodio in qualunque supermercato. È economico e pratico da usare.

Versa qualche cucchiaio di bicarbonato (dosandolo in base al carico di panni che andrai a inserire in lavatrice) nel cassetto dell’ammorbidente. Grazie alla sua azione in acqua, il bicarbonato ti aiuterà ad eliminare eventuali cattivi odori e ad evitare brutte sorprese una volta aperto l’oblò della lavatrice.

 

3. Pulisci periodicamente la lavatrice

Molto spesso il cattivo odore nel bucato è dovuto a residui di sporco e muffe presenti all’interno della lavatrice. Una pulizia periodica della lavatrice è l’accorgimento più efficace che tu possa adottare per eliminare il cattivo odore nel bucato.

Spesso ci accorgiamo che la lavatrice è sporca osservando le muffe che si formano sulla guarnizione dell’oblò e nel cassetto del detersivo. E dunque ci preoccupiamo di pulire queste parti accuratamente, non appena le vediamo sporche.

In realtà la pulizia della lavatrice non comprende solo la pulizia delle parti esterne, ma anche di quelle interne. Residui di detersivo e ammorbidente, lo sporco presente nell’acqua di scarico, possono depositarsi nelle parti interne dell’elettrodomestico generando muffe e batteri che danno origine ai cattivi odori.

Per una corretta pulizia della lavatrice segui questi consigli.

 

Pulizia del filtro

Pulire il filtro della lavatrice è molto semplice. Generalmente questo si trova nella parte bassa della macchina ed è protetto da uno sportellino di plastica. Occorre rimuovere lo sportellino e svitare il filtro (questa operazione va fatta poco alla volta, perché l’acqua residua all’interno potrebbe uscire). Una volta tolto il filtro, puoi pulirlo con un prodotto igienizzante sotto l’acqua corrente.

Il filtro va pulito regolarmente perché ha il compito di trattenere le impurità dell’acqua. Se rimane otturato, non è solo un problema per la pulizia del bucato ma anche per il corretto funzionamento dello scarico.

 

Pulizia delle parti interne

Per pulire le parti interne della tua lavatrice fai un lavaggio a vuoto almeno una volta al mese ad alta temperatura versando nel cestello una soluzione di 150 gr di acido citrico sciolto in un litro d’acqua. Questo permetterà anche di proteggere dal calcare il tuo elettrodomestico, garantendone una vita più lunga.

Un accorgimento importante a questo proposito può essere anche quello di lasciare l’oblò della lavatrice aperto in modo da far entrare aria ed evitare la creazione di muffe e batteri all’interno della macchina.

Una lavatrice pulita e profumata garantisce un bucato disinfettato e privo di odori sgradevoli.

 

Guida-lavaggio-eco-friendly

 

4. Stendi subito (non lasciare troppo tempo i panni in lavatrice)

Come già detto, l’umidità e l’ambiente chiuso della lavatrice, assieme ai residui di sporco e di detersivo, favoriscono il formarsi di muffe che alla lunga generano i cattivi odori.

Per questo motivo ti consigliamo di non tenere per troppo tempo i panni chiusi dentro la lavatrice, una volta finito il lavaggio.

È vero, il tempo per fare il bucato è sempre meno, e spesso ci capita di far partire il programma della lavatrice la mattina presto, prima di uscire di casa per andare al lavoro. Ritiriamo poi i panni la sera tardi, dopo una lunga giornata di lavoro e faccende quotidiane, col rischio di doverli stendere magari la mattina successiva.

Lasciati dire che non c’è niente di più sbagliato.

In questo modo rischi di stendere un bucato che già puzza e anche dopo averlo lasciato per ore al sole e all’aria aperta, non riuscirai comunque ad eliminare quel terribile odore. Nella maggior parte dei casi sarai costretto a rilavare i panni, rendendo ogni sforzo vano e perdendo ancora più tempo.

Assicurati di avere il tempo necessario per lavare i panni e asciugarli subito dopo che il programma della lavatrice sia finito. Potresti considerare di fare il bucato durante il fine settimana, quando hai più tempo da dedicare alla casa. Metti i panni in lavatrice e sdraiati sul divano: il tempo di un buon film e sentirai suonare la fine del programma di lavaggio. Corri subito a vuotare la lavatrice, stendi i panni al sole e caricala di nuovo.

In questo modo risparmierai tempo, evitando di dover rifare la lavatrice un’altra volta a causa dei cattivi odori e potrai godere subito di panni freschi e ben asciutti.

 

7 trucchi per eliminare il cattivo odore nel bucato 2

 

5. Stendi sempre correttamente i panni

Il poco tempo e lo stress generalmente legato al pensiero delle faccende di casa, ci fanno compiere involontariamente dei piccoli errori che rischiano di rendere poi i mestieri di casa più difficili e dispendiosi in termini di tempo ed energie. E i risultati troppo spesso non ci soddisfano, generando così un’ulteriore frustrazione e la mancanza di voglia nel metterci a compiere le nostre quotidiane faccende di casa.

Uno degli errori più comuni a questo proposito è stendere male i panni.

Ti starai chiedendo: esiste una regola anche per stendere bene i panni? Ebbene sì.

I panni stesi male, non si asciugano correttamente, anzi in genere impiegano anche troppo tempo ad asciugarsi. Panni umidi e ammassati tra di loro, generano cattivi odori più facilmente che non un lavaggio fatto male.

Ci sono però una serie di accorgimenti che puoi adottare per stendere bene i panni ed evitare così il formarsi dei cattivi odori. Vediamoli assieme.

 

Stendi i panni al sole e/o al vento

L’ideale perché i panni asciughino bene è stenderli all’aperto. Starai pensando: è ovvio, che banalità!

Non è così raro però che la vita frenetica e il fatto di non essere mai a casa, ci costringano troppo spesso a tenere lo stendino dei panni chiuso nella stanza degli ospiti.

E poi, diciamocelo, non tutti abbiamo la fortuna di abitare in una bella casa indipendente con giardino, in aperta campagna, dove l’aria è limpida e pulita, e il bucato svolazza appeso a lunghi fili sotto il sole. Il più delle volte siamo costretti a stendere i nostri panni su comuni stendini e su terrazzi o balconi di piccole dimensioni, magari in un appartamento in centro città.

Non tempere però: puoi comunque asciugare bene i panni facendo prendere loro aria anche con poco spazio a sufficienza. Metti fuori lo stendino tutte le volte che puoi, anche quando non sei in casa (magari controllando prima le previsioni meteo). L’aria e il sole non possono che giovare al tuo bucato, più che l’ambiente chiuso del tuo appartamento. Fai questa operazione anche in inverno: non è solo il sole che asciuga i panni ma, anche il vento fresco.

 

7 trucchi per eliminare il cattivo odore nel bucato 3

 

Se non hai la possibilità di stendere sul terrazzo o sul balcone, trova il modo di lasciare le serrande delle finestre leggermente aperte nella stanza in cui metti i tuoi panni a stendere. In questo modo l’aria circolerà meglio e i tuoi panni risulteranno più profumati una volta asciutti.

Tieni presente che i cattivi odori sono spesso dovuti al fatto che i panni non asciugano bene e rimangono sullo stendino troppi giorni.

Ingegnati trovando i modi più adeguati al tuo stile di vita per far asciugare i tuoi panni come fossero sempre all’aria aperta.

 

Usa più di uno stendino

Se hai caricato troppo la lavatrice e ti trovi a dover stendere troppi panni, ti consigliamo di evitare di ammassarli tutti assieme sullo stesso stendino. Piuttosto vale la pena utilizzare più di uno stendino in modo che i panni siano stesi meglio.

Distanzia bene i panni tra di loro e non ripiegarli su se stessi. In questo modo avranno più spazio per far passare l’aria e i tessuti saranno più facilmente rinfrescati dal vento e scaldati dal sole. Stendere una quantità minore di panni ti aiuta anche a non sgualcirli, in modo che poi la fase di stiratura sia più veloce e semplice.

 

6. Metti i panni nell’armadio solo quando sono perfettamente asciutti

La fase finale del bucato è quella di riporre i panni all’interno dell’armadio.

Di solito, per la fretta di dover stendere una nuova lavatrice, decidiamo che i panni sullo stendino sono asciutti, anche quando ancora risultano un po’ umidi. Così li togliamo, li ripieghiamo e li riponiamo velocemente nell’armadio per non avere disordine in giro per casa.

Questa abitudine però rischia alla lunga di essere deleteria per il tuo bucato.

Riporre i panni umidi dell’armadio infatti favorisce il crearsi di muffe che alla lunga possono danneggiare i tuoi mobili e il resto dei panni presenti all’interno di essi, oltre che ricoprire i vestiti di quell’odore sgradevole che ti costringe a rilavarli subito appena li indossi.

Se hai necessità di liberare lo stendino e i panni sono quasi asciutti, piuttosto tienili un po’ di tempo appoggiati sul letto, in modo che l’umidità se ne vada da sola e finiscano di asciugarsi.

L’ideale sarebbe effettuare una buona stiratura, che contribuisce, oltre che ad asciugare definitivamente i vestiti, a disinfettarli col calore. Se non ti è possibile stirare accuratamente il tuo bucato, stendilo bene per evitare pieghe importanti: ti basterà così una passata veloce di ferro caldo durante la fase di piegatura, prima di riporli ben asciutti nell’armadio.

 

7 trucchi per eliminare il cattivo odore nel bucato 4

 

7. Scegli TerraWash come alternativa al tuo detersivo per lavatrice

TerraWash è un ottimo sostituto dei detersivi tradizionali e aiuta ad eliminare sporco e cattivi odori in maniera naturale.

La sua composizione a base di magnesio purificato agisce direttamente sui capi trattando le macchie ed eliminando germi e impurità. Questo favorisce una reale pulizia dei capi ed elimina così di conseguenza i cattivi odori dal tuo bucato.

A differenza degli ammorbidenti o dei detersivi chimici tradizionali – che tendono a coprire, con il loro profumo, i cattivi odori che rimangono sui capi anche dopo essere stati lavati – TerraWash opera una reale pulizia dei capi, eliminando così, assieme allo sporco, anche gli odori sgradevoli.

TerraWash è adatto a qualunque tipo di lavaggio: capi di abbigliamento bianchi o colorati, biancheria della casa, o altro genere di capi.

Considera anche che TerraWash è un prodotto amico dell’ambiente.

Con TerraWash non dovrai preoccuparti di eventuali residui di detersivo che possono depositarsi sui tessuti e sono alla lunga dannosi per la tua pelle: è composto infatti da solo magnesio, un minerale naturalmente presente nell’ambiente. TerraWash poi è pensato per essere riutilizzato per più di 300 lavaggi. Grazie alla sua composizione infatti, avrai la possibilità di avere il bucato pulito e igienizzato per un anno intero.

TerraWash infatti si presenta sotto forma di cuscinetto microforato contenente una quantità di prodotto riutilizzabile per un anno (sono sufficienti infatti poco più di 100 grammi di magnesio per un anno di lavaggi).

Inoltre se utilizzi TerraWash per il tuo bucato potrai avere la garanzia di contribuire attivamente alla salvaguardia del nostro pianeta. Il magnesio infatti è un componente già presente in natura e non è per nulla dannoso per la nostra salute.

Lavando i tuoi capi con TerraWash avrai la garanzia di utilizzare un prodotto alleato dell’ambiente e della tua salute.

Cerchi una soluzione per eliminare i cattivi odori dal tuo bucato?

SCOPRI TERRAWASH
  • CONDIVIDI
  • terrawash facebook
  • terrawash twitter
  • terrawash pinterest