Allergie della pelle: come fare per riconoscerle ed evitarle?

Allergie della pelle: come riconoscerle ed evitarle

Blog | 26 Febbraio 2020

Tante volte ci si accorge di soffrire di prurito alla pelle, di uno sfogo cutaneo e arrossamenti di cui però non si riesce a capire la causa. Troppo spesso questi sintomi vengono sottovalutati e, non appena si ripresentano, magari anche in maniera più violenta, non si sa come curarli.

Le dermatiti, di qualunque genere ed entità siano, sono molto fastidiose e possono rendere difficili le piccole azioni quotidiane, come lavarsi le mani o fare la doccia.

Chi lo ha provato, sa bene di cosa stiamo parlando. La pelle si arrossa, iniziano a farsi sentire prurito e bruciore, senza capire cosa provoca questi sintomi.

È chiaro che non sempre tali sintomi sono indice di una vera e propria allergia. Le allergie infatti sono delle patologie a tutti gli effetti, che vanno riconosciute e diagnosticate tramite degli appositi test. Solo in questo modo si è sicuri di comprendere la natura dei sintomi e, soprattutto, come curarli.

Quello che è certo dunque è il fatto che l’arrossamento della pelle, il prurito e la comparsa di puntini o bolle, possono essere indice di una reazione allergica in atto. E dunque vanno presi sul serio e trattati come tali.

Se ti è capitato di soffrire di questi ed altri sintomi ed hai il dubbio che si tratti di allergie della pelle, leggi l’articolo e scopri come riconoscere al meglio questo genere di allergie.

Allergie della pelle: come si presentano

Cominciamo col definire che cosa sia un’allergia, in modo da poter procedere poi più a fondo nell’analisi in questione.

Per allergia si intende una risposta anomala del nostro organismo nei confronti di alcune sostanze, dette allergeni.

Gli allergeni possono essere contenuti sia negli alimenti sia in alcuni prodotti o materiali.

Come avviene, dunque, la reazione allergica?

Il soggetto allergico, una volta entrato in contatto con queste sostanze, le riconosce come nocive e scatena la reazione dell’organismo per difendersi da esse.

È chiaro che molte di queste sostanze risultano nocive solo per chi è affetto da allergia. In tutti gli altri individui non provocano invece alcuna reazione anomala.

Sono molti gli allergeni che possiamo incontrare nella vita di tutti i giorni: come già detto possono essere contenuti nei cibi, ma anche nei cosmetici, nei prodotti per l’igiene della persona, e in molti altri.

Semplici dermatiti o allergie? Cosa caratterizza l’allergia cutanea

I segnali che possono indicare un’allergia cutanea sono nella gran parte dei casi: il prurito, il rossore diffuso o la comparsa di eruzioni cutanee.

Non bisogna però generalizzare. Non dimentichiamoci che questi appena elencati sono solo sintomi. E non sempre sono indice di allergia.

Ricordati che le malattie della pelle sono di diversi tipi e vanno affrontate in maniera diversa.

Per differenziare un’allergia da una semplice dermatite, bisogna considerare 3 aspetti:

 

Come riconoscere le allergie ed evitarle 0

 

1. Reazioni in tutto il corpo

Un aspetto particolare dell’allergia cutanea è il fatto che la reazione allergica può interessare tutto il corpo. A differenza di una semplice dermatite, infatti, per la quale una volta che si entra a contatto con l’agente irritante la lesione rimane circoscritta, nel caso dell’allergia cutanea le lesioni cutanee si possono manifestare anche in altre parti del corpo e non solo in quelle che sono entrate in contatto diretto con l’allergene.

 

Allergie: come riconoscerle e combatterle 3

2. Coinvolgimento del sistema immunitario

Una semplice dermatite, causata magari dall’esposizione ad agenti chimici, non coinvolge una reazione del sistema immunitario. Cosa che invece accade in una vera reazione allergica.

3. Tempi di manifestazione variabili

L’intero processo di manifestazione allergica può avvenire da poche ore a qualche giorno dopo il contatto. Se si tratta di un primo contatto con l’agente irritante – e per primo contatto si intende la prima volta che si manifesta l’allergia a contatto con l’allergene – la reazione può avvenire anche dopo 7 giorni; ciò dipende dai tempi di mediazione del sistema immunitario.

Diversamente, qualora non fosse la prima volta che la manifestazione allergica si verifica, la reazione avverrà in tempo minore.

Questa breve descrizione ci fa capire che il termine dermatite indica in sé un’infiammazione della pelle, ma questo non significa che l’infiammazione sia dovuta a una allergia.

Perché sia presente una vera e propria allergia si devono verificare le condizioni appena citate (ovvero le diverse modalità di reazione alla presenza di allergeni riconosciuti come nocivi).

In questo caso si parlerà di dermatite allergica.

Precisare queste differenze è molto utile quando si tratta di salute. Molte volte si rischia di utilizzare i termini in maniera impropria e questo può portare ad una scorretta interpretazione dei nostri sintomi.

Come evitare le allergie cutanee: 4 suggerimenti

Ora che abbiamo stabilito le premesse per individuare le caratteristiche delle allergie della pelle, vediamo insieme come affrontarle e come evitare l’insorgenza dei sintomi.

 

Come riconoscere le allergie della pelle ed evitarle: ecco le regole

 

1. Non sottovalutare i sintomi

I sintomi delle allergie cutanee sono di diverso tipo, non solo per la loro modalità di manifestazione (eritemi, bolle, rossori), ma anche perché possono variare leggermente a seconda dei soggetti interessati.

Per questo motivo occorre fare molta attenzione qualora ti accorgessi di soffrire di certi fastidi a livello cutaneo, senza trascurarli.

Una pelle particolarmente secca o sensibile, ad esempio, può essere già un campanello d’allarme per possibili reazioni quando si venga a contatto con alcune sostanze.

Se ti capita di soffrire di sintomi da dermatite e ti accorgi che questi insorgono sempre a contatto con certi prodotti o in determinate situazioni, non tralasciare l’evento.

Consigliamo di contattare subito uno specialista per un controllo, in modo da poter curare la propria pelle ed evitare un aggravarsi della situazione.

2. Fai subito il test

Oggi esistono dei test specifici in grado di stabilire quale sia la sostanza che genera la reazione allergica.

Se soffri di sintomi da dermatite allergica e vuoi scoprire quale sia l’allergene (o gli allergeni) che la scatena, prenota subito un test per verificare la fondatezza o meno dei tuoi dubbi.

Durante il test saranno applicate sulla tua pelle delle minime quantità di alcune sostanze che solitamente provocano allergie. Trascorso il tempo necessario, la tua pelle reagirà a queste sostanze e lo specialista sarà in grado di stabilire se risulti positivo al un certo tipo di allergene.

In base ai risultati del test potrai dunque iniziare la terapia necessaria, sempre dietro la guida del tuo medico.

3. Attenzione alla pelle dei bambini

Purtroppo, le allergie cutanee cominciano fin da quando si è bambini. Colpiscono anche neonati e bambini piccolissimi. Spesso però i genitori non si accorgono dei sintomi o li sottovalutano, credendo che siano dovuti alla delicatezza delle loro pelli sensibili. I neonati infatti hanno una pelle molto più sensibile rispetto agli adulti. E questo spesso provoca arrossamenti o pruriti in alcune sue parti più delicate.

Quando però ti accorgi che i sintomi persistono, nonostante le tue continue cure e accortezze nell’igiene di tuo figlio, ti consigliamo di contattare il pediatra.

Per infiammazioni intense occorre utilizzare i giusti prodotti, che aiutino tuo figlio ad avere sollievo dal prurito e dal dolore. Sarà poi il medico a decidere come e se approfondire la diagnosi con eventuali ulteriori visite o test.

 

Allergie: come riconoscerle e combatterle? 2

4. Scegli i giusti prodotti

Oggi il mercato offre numerosissime tipologie di prodotti per l’igiene della persona. Gran parte di questi prodotti entrano a contatto con la nostra pelle in maniera diretta. Basta pensare ai cosmetici, i saponi, i bagnoschiuma o le creme idratanti.

Come già detto gli allergeni possono essere contenuti anche all’interno di questi prodotti.

Se hai effettuato il test e sai di essere allergico a certe sostanze, assicurati di scegliere i giusti prodotti per la tua pelle, in modo da evitare di scatenare fastidiose reazioni cutanee.

Molto spesso questo avviene involontariamente. Non sempre siamo attenti a quello che acquistiamo e lo utilizziamo fidandoci ciecamente della bontà del prodotto.

Chi è affetto da allergie della pelle però, non può permettersi di essere superficiale nella scelta dei prodotti per l’igiene della persona.

Se pensi di rientrare in questa categoria – o quantomeno sei interessato a proteggere la tua pelle – ti consigliamo di considerare seriamente l’utilizzo di prodotti naturali al cento per cento come TerraWash (un detersivo per bucato che contiene esclusivamente del magnesio purificato, molto efficace nella rimozione delle sporco).

Per sapere se un prodotto è naturale al cento per cento, come TerraWash appunto, e se non contiene componenti chimiche, leggi bene le etichette dei saponi e dei cosmetici che acquisti.

Potrai verificare la presenza o meno di allergeni, considerare la vera componente naturale del prodotto ed essere più tranquillo per la salute della tua pelle.

Anche la scelta dei detersivi per il bucato è importante per la tua pelle. I detersivi tradizionali infatti sono molto dannosi, perchè contengono derivati del petrolio che, se non disciolti bene nell’acqua, possono depositarsi sui tessuti e quindi rimanere a contatto con la nostra pelle per molto tempo.  Per chi soffre di allergia della pelle, occorre un detersivo che contenga solo sostanze naturali, in modo da non creare danni alla nostra cute.

 

Scarica la guida al lavaggio eco-friendly

TerraWash: il detersivo ecologico che non irrita la tua pelle

La nostra pelle è in continuo contatto con gli agenti esterni. Questa viene esposta all’ambiente in maniera diretta e dunque occorre prendersene molta cura.

Troppo spesso maltrattiamo la nostra pelle, non donandole le giuste attenzioni. Non la proteggiamo dal sole o dal vento eccessivo, e non le riserviamo una cura quotidiana e costante.

In pochi sanno, poi, che prendersi cura della propria pelle significa anche scegliere il giusto detersivo per il bucato.

 

Allergie: come riconoscere ed evitare le allergie 4

Come già detto, infatti, i detersivi da bucato tradizionali contengono sostanze (come Sles o parabeni) molto dannose per la nostra cute.

Se sei affetto da allergia della pelle, sai bene che il tuo derma è una parte del corpo molto sensibile e preziosa, che va curata con grande attenzione.

Oggi, per la pulizia dei tuoi vestiti, esiste un prodotto di origine naturale che igienizza i tessuti con la sola azione del magnesio. Questo prodotto si chiama TerraWash e si presenta sotto forma di un sacchettino che contiene magnesio purificato.

TerraWash è un prodotto rivoluzionario – soprattutto per chi soffre di malattie per la pelle – perchè non rilascia in acqua sostanze dannose e agisce solo tramite il potere del magnesio. 

 

Come riconoscere ed evitare l'allergia 00

Il magnesio infatti libera delle bollicine di idrogeno e forma acqua alcalina ionizzata (con pH di circa 10,5). È l’acqua stessa, così composta, che avrà il potere di rimuovere lo sporco dai tuoi panni, igienizzandoli in modo completamente naturale.

TerraWash è un valido aiuto per chi ha la pelle particolarmente sensibile.

Ricordati inoltre, che le allergie della pelle possono colpire tutti i soggetti ad ogni età. E dunque non è escluso che si possa notare l’insorgenza di tali reazioni anche da adulti.

Per questo ti consigliamo di non trascurare la tua pelle, facendo le giuste scelte per non esporle a sostanze dannose. Fai attenzione ad ogni segnale che ti dà, ed aiutala con la scelta di prodotti naturali come TerraWash per il lavaggio dei tuoi capi.

Vuoi dire basta ai fastidi alla pelle ed ai continui pruriti?

SCEGLI TERRAWASH!
  • CONDIVIDI
  • terrawash facebook
  • terrawash twitter
  • terrawash pinterest