Come togliere la muffa dalla lavatrice: i migliori rimedi naturali

Quando la tua lavatrice emana cattivi odori, spesso sottovaluti il problema e speri di risolverlo con l’uso abbondante di profumatori, pensando sia solo un problema temporaneo. Oppure decidi che il rimedio migliore sia quello di tenere l’oblò aperto più spesso durante la giornata, in modo da far prendere aria all’elettrodomestico, pensando così di aver risolto il problema.

In realtà i cattivi odori sono solo un segnale di un problema ben più serio: l’insorgere della muffa.

Ti sarà capitato di vedere macchioline di muffa nel cassetto del detersivo o sulla guarnizione dell’oblò.

Ebbene una volta viste, ti sarai chiesto sicuramente come togliere la muffa dalla lavatrice, per eliminare velocemente i cattivi odori che questa genera.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: odori sgradevoli

Spesso infatti ci accorgiamo dell’insorgere delle muffe soltanto quando le vediamo emergere nelle parti più esterne della lavatrice, come la guarnizione: solo allora tentiamo di correre ai ripari.

Sarebbe bene invece fare una manutenzione più costante della lavatrice, in modo da non trovarsi a dover affrontare l’emergenza muffa e prevenire la sua formazione alla radice.

Non sai come risolvere questo problema? Niente paura.

Abbiamo preparato una lista di rimedi efficaci e soprattutto naturali per aiutarti ad eliminare la muffa dalla tua lavatrice.

Leggi l’articolo e scoprirai come togliere la muffa dalla lavatrice e mantenerla sempre ben igienizzata.

Perché è importante togliere la muffa dalla lavatrice?

Facciamo subito un’importante premessa.

La lavatrice serve per lavare i capi ed igienizzarli a fondo. Questo è chiaro.

Starai pensando che questa affermazione è fin troppo ovvia. Ma soffermati un attimo sulla pulizia della lavatrice stessa.

Ti sei mai chiesto come può un elettrodomestico sporco riuscire a lavare dei panni, senza sporcarli a sua volta?

Quando i panni escono profumati dall’oblò della lavatrice, potrai pensare che siano veramente puliti e liberi dai germi.

Questo però non è sempre vero.

I germi che si annidano nella lavatrice non sono sempre visibili.

Dunque, se la lavatrice è sporca di muffa, anche i tuoi panni potranno essere infettati senza che tu lo veda.

Non è per nulla igienico lavare i propri panni all’interno di un ambiente contagiato dalla muffa. Si rischia di ottenere l’effetto contrario e portare la muffa anche in altre parti della casa o peggio, sulla propria pelle.

Soprattutto per chi soffre di dermatite atopica o è affetto da una sindrome purtroppo sempre più diffusa, ovvero la MCS o Sensibilità chimica multipla, l’igienizzazione della lavatrice è un fattore fondamentale per la propria serenità e per la propria salute.

Pensa poi se residui di muffa e sporco vanno ad annidarsi sui vestitini del tuo bambino o sul suo asciugamani. L’igiene del neonato è un aspetto delicatissimo, ed eventualità di questo tipo non devono verificarsi.

Anche in questo caso, l’aspetto della pulizia dell’elettrodomestico è fondamentale.

È giusto che tu ti chieda come pulire la lavatrice dalla muffa, poiché i batteri contenuti in esse possono essere molto dannosi per la tua salute e quella dei tuoi cari.

 Proteggere sempre la nostra pelle da germi e batteri è una regola fondamentale

L’unico modo per risolvere il problema, è indagarne a fondo le cause, in modo da poter godere finalmente di un bucato sempre pulito e veramente igienizzato, senza preoccupazioni per la nostra salute.

Andiamo ora all’origine del problema per capire davvero come togliere la muffa dalla lavatrice.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: indaga a fondo le cause che hanno portato alla formazione della muffa

Come si crea la muffa nella lavatrice?

La muffa può derivare da due fattori principali.

Prima di tutto si può generare dai residui di sporco dei panni che laviamo e che, a fine lavaggio si depositano nelle parti interne della lavatrice.

Questo è un fattore che magari già conoscevi.

Forse però non sai che esiste un’altra causa – forse anche più pericolosa per la nostra salute – che genera l’insorgenza delle muffe.

Questa seconda causa non è legata ai panni che lavi, ma ai residui degli stessi detersivi e ammorbidenti, che ristagnano in alcune parti del nostro elettrodomestico.

Proprio così.

I primi nemici della tua lavatrice, purtroppo, sono proprio i detersivi chimici da bucato.

I tradizionali detersivi da bucato – così come gli ammorbidenti tradizionali – presentano nella loro composizione delle sostanze che, se non disciolte bene in acqua, rischiano di sedimentarsi all’interno della lavatrice, diventando dannose per la nostra salute.

Puoi verificare quanto detto, controllando la presenza di queste sostanze proprio sull’etichetta del tuo detersivo. Sull’etichetta infatti è indicato il codice INCI, che riporta le sigle dei vari componenti presenti all’interno del prodotto.

Nei tradizionali detersivi da bucato sono presenti le sigle SLES (Sodium laureth sulfate) o SLS (Sodium lauryl sulfate), che indicano la presenza di tensioattivi chimici, poco tollerati dalle pelli sensibili e comunque dannosi per ogni tipo di cute.

A questo punto comprenderai certamente quale sia la causa più grave e più incidente nella formazione delle muffe all’interno della lavatrice.

Gran parte dello sporco che dà origine a muffe è originato proprio dagli stessi detersivi  da bucato (ad eccezione dei detersivi ecologici).

Per evitare il problema – togliere davvero la muffa dalla lavatrice – sarà necessario dunque scegliere un detersivo ecologico e con composizione naturale.

Solo così avrai la certezza di igienizzare veramente il tuo elettrodomestico, evitando che si depositino residui dannosi e salvaguardando la tua salute.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: prova TerraWash

Perché utilizzare metodi naturali per la pulizia della lavatrice?

Come appena anticipato dunque, l’unica soluzione possibile per evitare l’insorgenza delle muffe e per igienizzare a fondo la tua lavatrice è un prodotto naturale.

Dimentica detersivi e ammorbidenti tradizionali: con i detersivi ecologici eliminerai il problema alla radice.

Inoltre, per rispondere ai tuoi dubbi su come disinfettare la lavatrice, potrai finalmente prendere in considerazione l’ipotesi di farlo in maniera naturale, con sostanze che non rischiano di causare problematiche di lavaggio.

Potrai avere la certezza che la tua lavatrice non immagazzinerà altri prodotti chimici, e dunque non rischierà di danneggiare i tuoi capi e soprattutto la tua salute.

Un altro aspetto da considerare è che i prodotti per la pulizia delle lavatrici presenti in commercio sono solitamente molto aggressivi e dunque rischiano a loro volta di rilasciare altre sostanze chimiche, peggiorando ulteriormente la situazione.

In linea generale, ti consigliamo di leggere sempre bene le etichette dei prodotti per l’igiene della casa – come anche per l’igiene della persona – in modo da verificare la presenza o meno di componenti dannose per la tua salute e quella dell’ambiente.

Si perché anche la salute dell’ambiente è un aspetto essenziale da considerare.

Se usi un detersivo ecologico, o comunque prodotto naturale, sarai certo di non recare ulteriori danni all’ambiente, aiutando a ridurre ad esempio l’inquinamento delle acque.

Con il detersivo naturale potrai avere la tranquillità di non utilizzare un prodotto che recherà disturbi alla tua pelle e alla salute della tua persona.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: evita i detersivi chimici

Come togliere la muffa dalla lavatrice: 4 rimedi naturali

Se la tua lavatrice puzza di muffa da un po’ di tempo e ti stai chiedendo come fare a eliminare il problema, la risposta è proprio nell’utilizzo di detersivi ecologici e  prodotti naturali.

Se poi la puzza ancora non si è fatta sentire, ma ti sei accorto dell’insorgere di macchioline nelle parti esterne del tuo elettrodomestico, il problema già è in una fase avanzata.

In questi casi ti consigliamo di considerare un rimedio che sia del tutto naturale.

Elencheremo di seguito alcuni prodotti naturali che ti possono aiutare a pulire e igienizzare la lavatrice in tutte le sue parti, eliminando la muffa.

Tieni sempre presente che, come ogni altra operazione di pulizia, anche l’igienizzazione della lavatrice ha bisogno di essere effettuata a fondo e in maniera costante per essere efficace.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: 4 rimedi naturali

1. Bicarbonato per eliminare la muffa

È ormai risaputo che il bicarbonato è un ottimo aiutante naturale per le pulizie domestiche.

Sicuramente avrai in casa tua almeno una confezione di bicarbonato di sodio: lo sapevi che puoi utilizzarlo per l’igiene della casa e anche della persona?

Devi sapere infatti che il bicarbonato di sodio ha ottime proprietà pulenti e igienizzanti.

Dunque, è adatto per la pulizia di superfici domestiche ma anche per gli elettrodomestici.

Un primo passaggio per la pulizia della tua lavatrice può essere quindi quello di strofinare le parti contaminate dalla muffa con una soluzione di acqua e bicarbonato.

Potresti iniziare a pulire il vetro esterno dell’oblò, passando poi al cassetto in cui si inserisce il detersivo – esternamente  e internamente – e a tutte le parti esterne visibili della lavatrice.

Poi potresti passare alle parti interne raggiungibili a mano, come le guarnizioni, il vetro interno dell’oblò e il cestello in cui si inseriscono i panni. Per questa operazione ti consigliamo di utilizzare una spugna in microfibra imbevuta di una consistente quantità di prodotto.

2. Limone per eliminare i batteri

In secondo luogo, potrai servirti del succo di limone.

Il limone ha proprietà sgrassanti ed è un antibatterico e disinfettante naturale.

Dopo aver rimosso gran parte dello sporco con la soluzione di bicarbonato infatti, avrai bisogno di disinfettare le parti della lavatrice già trattate, con il succo di limone, in modo da evitare che si producano altre muffe a causa della presenza dei batteri.

3. Aceto di vino bianco per eliminare i cattivi odori

Una volta eliminati i batteri e lo sporco superficiale, ti consigliamo di completare la pulizia dell’elettrodomestico con l’aceto di vino bianco.

Anche l’aceto di vino bianco ha proprietà antibatteriche e potrà essere utilizzato per igienizzare anche le parti più nascoste della lavatrice.

Inserisci due bicchieri di aceto direttamente nel cestello della tua lavatrice, poi versa un terzo bicchiere nel cassetto del detersivo. Chiudilo e attiva un programma ad alta temperatura, senza inserire altro nella lavatrice.

A fine lavaggio otterrai pulizia e igiene anche nelle parti più interne della lavatrice e non sentirai più quel cattivo odore di muffa ogni volta che aprirai l’oblò, ma solo profumo di pulito.

 4. TerraWash per eliminare i germi ed evitare il formarsi delle muffe

Si è detto che l’origine delle muffe è dovuta anche ai residui dei detersivi tradizionali che si annidano nelle parti interne della lavatrice.

Conoscere le vere cause aiuta sempre a risolvere il problema alla radice.

Hai scoperto infatti come togliere la muffa dalla lavatrice con rimedi naturali, e hai capito che può esserci anche un modo per ridurne la comparsa iniziale: usare detersivi ecologici.

Se usi TerraWash per il lavaggio dei tuoi capi ad esempio, puoi sicuramente ridurre l’insorgenza della muffa e dei residui di sporco all’interno della lavatrice.

TerraWash infatti è un prodotto per la pulizia dei panni che non ha sostanze dannose al suo interno.

Si presenta sotto forma di sacchetto microforato, è composto unicamente da magnesio purificato e la sua azione sul lavaggio dei panni è totalmente naturale.

Il magnesio, infatti, entrando a contatto con l’acqua, libera bollicine di idrogeno e forma acqua alcalina ionizzata.

L’acqua così formata rimuove le muffe, i germi e i batteri.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: con TerraWash sarai in grado di rimuove muffe e germi in maniera naturale.

TerraWash dunque è un prodotto davvero naturale ed ecologico, perché si serve solo dell’azione pulente del magnesio purificato.

Per questo non rilascia alcun residuo chimico dannoso all’interno dell’elettrodomestico.

Non dovrai più preoccuparti di usare un prodotto che possa danneggiare l’ambiente o la salute della tua pelle con i suoi componenti dannosi – come avveniva con i detersivi tradizionali.

Dovrai semplicemente inserire il sacchettino di TerraWash all’interno del cestello della lavatrice insieme ai panni, chiudere l’oblò ed avviare il programma.

Sarai libero finalmente da ogni preoccupazione riguardo all’igiene di panni e lavatrice, risolvendo ogni problema con un’unica e semplice azione naturale ed ecologica.

Con TerraWash pulisci il bucato e igienizzi la lavatrice dalle muffe

Ora sai come togliere la muffa dalla lavatrice e come evitarne l’insorgenza utilizzando un detersivo ecologico per la pulizia del bucato.

Vogliamo darti infine un ultimo consiglio che ti aiuterà ad unire la pulizia dei capi a quella della lavatrice.

Usare TerraWash per il tuo bucato è la soluzione e la risposta per un bucato veramente igienizzato ed eco-friendly.

Come togliere la muffa dalla lavatrice: usa TerraWash per il tuo bucato

TerraWash unisce due azioni in una: igiene del bucato e della lavatrice.

Il bucato uscirà dall’oblò completamente igienizzato e pulito, grazie all’azione disinfettante e antibatterica del magnesio.

In secondo luogo, la composizione al 100% naturale di TerraWash, farà sì che la lavatrice sia sempre igienizzata, evitando il deposito di sostanze chimiche e muffe.

Possiamo dirlo: il detersivo naturale TerraWash garantisce un igiene totale, sicura ed ecologica.

Vuoi eliminare la muffa in lavatrice in modo naturale?