Detersivo ecologico: come igienizzare i capi rispettando l'ambiente

Scegliere dei buoni detersivi ecologici per il proprio bucato è un’impresa oggi più difficile che in passato. Siamo tutti consapevoli della situazione critica in cui si trovano i nostri oceani, del problema dell’inquinamento delle acque e dell’aiuto che possiamo dare al nostro pianeta con il nostro stile di vita.

Anche le persone meno sensibili alla natura, oggi si stanno ricredendo e stanno cercando di rivedere il proprio stile di vita in un’ottica più sostenibile, chiedendosi come essere sostenibili e cercando di prediligere prodotti naturali per diminuire l’impatto ambientale nella vita di tutti i giorni.

Detersivo ecologico: l'inizio ideale per una vita sostenibile

E i primi ad essere sotto esame oggi sono i detersivi da bucato. Molte persone infatti – consapevoli dell’impatto ambientale che può avere un’azione quotidiana come quella di fare il bucato – si stanno muovendo verso l’idea di un bucato naturale.

Questo non significa che sia semplice trovare detersivi ecologici veramente validi.

In molti infatti si chiedono: come faccio a riconoscere un detersivo ecologico? Quali sono i migliori detersivi per fare un bucato naturale? Quali ingredienti deve contenere l’INCI del detersivo perchè si possa dire veramente naturale al cento per cento?

A tutto questo si aggiunge il fatto che fare il bucato, non è un’azione così semplice e veloce. Troppe volte non otteniamo i risultati sperati – spesso a causa dei detersivi scelti, che non soddisfano le nostre aspettative in merito alla pulizia dei capi e alla sicurezza della nostra persona – e quindi ci scoraggiamo pensando di essere condannati ad avere panni poco puliti o ad essere costretti a riempirli di detersivi che magari possono poi infastidire la nostra pelle a causa delle sostanze in essi contenute.

Niente paura. Se sei anche tu desideroso di fare un bucato rispettoso dell’ambiente, ottenendo risultati efficaci, senza per questo dover aggredire i tessuti con prodotti eccessivamente forti, continua a leggere la nostra guida e scoprirai che la soluzione esiste e ti semplificherà la vita rivoluzionando il tuo modo di fare il bucato.

Ti proponiamo di seguito una panoramica completa sulle caratteristiche dei prodotti ecologici, per imparare a sceglierli e riconoscerli:

Fare il bucato rispettando l’ambiente: scegli un detersivo davvero ecologico

Se vuoi fare il bucato rispettando l’ambiente è necessario tenere presente una prima grande regola, la più importante di tutte: scegliere un detersivo davvero ecologico.

Ci sono tante accortezze che puoi usare nelle tue azioni quotidiane per assumere uno stile di vita più sostenibile. Puoi impegnarti nel risparmiare energia, aumentando il carico della lavatrice, per evitare troppi lavaggi. Puoi anche acquistare un elettrodomestico che ti permetta di ottenere un maggior risparmio energetico, con un notevole risultato anche in termini economici.

Ma un aspetto che incide in maniera significativa nell’impatto ambientale del tuo bucato è sicuramente la scelta del detersivo.

I detersivi ecologici garantiscono una minore presenza di sostanze chimiche all’interno della loro composizione. E questo fatto non può che essere vantaggioso per l’ambiente che ti circonda.

Il tuo obiettivo ora può essere quello di scovare il miglior detersivo ecologico che rispetti la natura e che sia allo stesso tempo efficace contro le macchie e lo sporco.

Non devi certo rinunciare ad igienizzare i tuoi capi. E non credere a chi ti dice che un buon detersivo ecologico non lava bene i panni solo perché è naturale.

Se continui la lettura, scoprirai di cosa stiamo parlando.

Detersivi ecologici: che cosa sono e come si riconoscono?

Un aspetto importante nella decisione di rivoluzionare il proprio modo di fare il bucato in ottica sostenibile, è comprendere prima di tutto che cosa si intende per “detersivo ecologico”.

Nell’ambito dei prodotti per l’igiene, un prodotto che si possa definire ecologico deve avere per definizione tre caratteristiche principali.

Vediamole insieme nello specifico:

Caratteristiche di un detersivo davvero ecologico

1. Ridotto impatto ambientale rispetto ai detersivi tradizionali

Un prodotto si definisce ecologico quando ha un impatto ambientale minore rispetto agli altri prodotti della propria categoria.

Tieni presente che l’impatto ambientale di un prodotto comprende tanti aspetti legati alla sua composizione, allo smaltimento delle componenti di cui è fatto e alle conseguenze che possono avere le varie fasi del suo ciclo di vita, sull’ambiente che ti circonda.

2. Garanzia di sostenibilità nel ciclo di vita del detersivo

Un prodotto ecologico deve garantire maggiore sostenibilità rispetto agli altri prodotti durante il suo intero ciclo di vita.

Se conosci quali sono i criteri che definiscono un prodotto sostenibile, puoi renderti conto meglio di quale impatto ambientale può avere la tua scelta di un detersivo da bucato piuttosto che un altro.

Vediamone brevemente le singole fasi, in modo da farti comprendere al meglio cosa significa “sostenibilità nel ciclo di vita di un prodotto”.

Fase di produzione dei detersivi ecologici

Il prodotto in questione, in fase di produzione, deve possedere dei livelli di emissione di inquinanti e di consumo di energia più bassi rispetto agli altri prodotti. Questo è molto importante per il nostro ambiente.

Il fatto che un prodotto si definisca ecologico, significa dunque che viene riservata una certa attenzione all’ambiente anche all’inizio del suo ciclo di vita, quando ancora è in fase di produzione.

Composizione dei detersivi ecologici

Quando si parla di composizione del prodotto, è importante che questo contenga la quantità più bassa possibile di sostanze chimiche inquinanti al suo interno.

La composizione del prodotto viene riportata sempre sull’etichetta presente sulla confezione.

A titolo di esempio – per quanto riguarda i prodotti detergenti – ci sono alcune informazioni che, per legge, devono sempre essere riportate sugli imballaggi dei prodotti (ecologici e non): una di queste è proprio la composizione del prodotto (salute.gov.it).

In questo modo chiunque può essere informato e sicuro sulla composizione dei prodotti che acquista ed utilizza.

È evidente che se un prodotto contiene grandi quantità di sostanze chimiche inquinanti al suo interno, questo non potrà definirsi ecologico.

Smaltimento e riciclaggio delle materie prime di un detersivo ecologico

I rifiuti e la loro gestione costituiscono uno dei grandi temi della sostenibilità. Il riciclaggio delle materie prime di un prodotto è un aspetto non secondario per la salute dell’ambiente.

E la differenziazione corretta dei rifiuti costituisce il primo passo per poter realizzare un efficiente riciclo di materiali.

Per separare correttamente i rifiuti e favorire il processo di riciclo è importante consultare le etichette relative allo smaltimento del prodotto alla fine del suo ciclo di vita, sulle quali si trovano una serie di informazioni (anche se non sempre obbligatorie per i produttori) tra cui anche quelle che riguardano le caratteristiche dei materiali usati.

Porre attenzione a questo tipo di marchi può aiutare i consumatori da un lato a scegliere l’adeguata via di smaltimento, dall’altro all’acquisto del prodotto ad impatto ecologico più basso.

Visita il sito di TerraWash e scopri i benefici di un detersivo ecologico

3. Certificazione ecologica del detersivo

Un valido aiuto per il consumatore che voglia acquistare perseguendo la sostenibilità, è dato dalle informazioni fornite dai vari sistemi di certificazione e di etichettatura che accompagnano i prodotti.

Si parla a questo proposito di marchio ecologico (o etichetta ambientale o etichetta ecologica o eco-etichetta) per indicare quel marchio applicato su un prodotto, su un imballaggio o su un servizio che fornisce informazioni sulla sua performance ambientale complessiva (quindi rispetto all’intero ciclo di vita) o su uno o più aspetti ambientali specifici (origine della materia prima, riciclabilità, ecc…).

Alcuni sistemi di etichettatura sono obbligatori e riguardano principalmente gli elettrodomestici (etichetta energetica), i prodotti pericolosi e tossici e gli imballaggi; altri sono ad adesione volontaria, con differenti gradi di attendibilità per l’utente finale, in base soprattutto all’esistenza o meno di un organismo terzo ed imparziale che verifichi il superamento di standard qualitativi prestabiliti.

Secondo la norma ISO 14020, le eco-etichette di natura volontaria si possono classificare in tre tipologie:

  • Etichette di Tipo I – ISO 14024:  assegnate da organismi di parte terza, pubblici o privati, indipendenti dal produttore; si basano su criteri sviluppati tenendo conto di tutte fasi del ciclo di vita del prodotto (Life Cycle Assessment – LCA) che fissano dei valori soglia e limiti prestazionali da rispettare, la cui conformità è appunto certificata dall’organismo preposto.
  • Etichette di Tipo II – ISO 14021 (Autodichiarazioni ambientali): sono realizzate da produttori, importatori o distributori dei prodotti, che riportano “autodichiarazioni” e simboli di valenza ambientale su prodotti, imballaggi o materiale informativo e pubblicitario, non convalidati né certificati da organismi indipendenti.
  • Etichette di Tipo III – ISO 14025 (Dichiarazioni Ambientali di Prodotto):  conosciuta anche con la sigla DAP o EPD (Environmental Product Declaration), è il documento che contiene le informazioni (oggettive, confrontabili e credibili) relative alla prestazione ambientale dell’intero ciclo di vita di prodotti e servizi; ha carattere informativo e riguarda tutti gli aspetti ambientali e gli impatti potenziali: concezione, fabbricazione, utilizzazione, smaltimento.

    L’etichetta può essere apposta a qualsiasi prodotto e prevede una verifica e convalida da parte di organismi terzi accreditati, che garantiscono la credibilità e veridicità delle informazioni contenute nella dichiarazione (an.camcom.gov.it).

Tutte le caratteristiche appena esposte sono elementi importanti da conoscere se si vuole fare il bucato rispettando l’ambiente.

Le tue abitudini di vita possono dare un contributo notevole al nostro pianeta, ma possono avere anche enormi vantaggi sul tuo benessere e sulla tua salute. E conoscere bene il significato del termine “ecologico”, con tutte le sue sfumature, ti può rendere più attento e consapevole nella scelta del detersivo che entrerà in casa tua, a contatto diretto con i tuoi panni (dunque anche con la tua pelle e il tuo organismo).

Per questo la scelta del detersivo per la lavatrice è una scelta molto delicata e intima, che coinvolge molto di noi e della nostra vita personale.

Continueremo a guidarti in questa scelta passo a passo nei paragrafi che seguono, per darti la possibilità di una decisione sicura e consapevole.

Composizione dei detersivi: perché scegliere un detersivo ecologico

Perché è importante conoscere la composizione del detersivo?

Non giriamoci troppo intorno: per ottenere un bucato naturale, il primo passo da fare è imparare a leggere l’INCI del detersivo. È molto importante.

Per fare un bucato che rispetti veramente l’ambiente che ti circonda e sia più rispettoso della tua salute, ti consigliamo di verificare tu stesso la presenza o meno di componenti naturali all’interno del detersivo e – cosa non meno importante – la loro quantità rispetto all’intera composizione.

E per farlo,  occorre – nel caso in cui tu non lo sappia già fare – imparare a leggere la sua composizione.

Non temere: non è difficile leggere la composizione di un detersivo per lavatrice. E una volta imparato, ci metterai veramente poco.

Di seguito ti spieghiamo in breve quali sono i tre passaggi per farlo e quali sono i criteri secondo cui viene scritto l’INCI di un prodotto.

1. Che cos’è il codice INCI?

Qualora non lo sapessi, l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) di un prodotto indica la lista di tutti ingredienti contenuti al suo interno.

È utilizzato a livello internazionale e si trova sui prodotti cosmetici per l’igiene della persona, ma anche sui detersivi e i vari prodotti per l’igiene della casa.

2. Come riconoscere le nomenclature delle sostanze naturali

Se stai cercando un prodotto ecologico, quello che ti deve interessare ora è capire come riconoscere le nomenclature delle sostanze naturali in esso contenute.

Leggendo l’INCI di un prodotto troverai diversi nomi e sigle che a una prima lettura possono non risultare chiare. A ognuno di questi nomi corrisponde in genere una diversa sostanza.

A livello generale ti basterà sapere che i nomi in latino fanno riferimento alle piante o comunque solitamente a ingredienti naturali.

Un esempio può essere l’olio di mandorle dolci – un ingrediente di origine vegetale presente in alcuni prodotti per l’igiene della persona – che viene indicato con il nome latino prunus amygdalus dulcis oil.

Potrai comunque eliminare ogni dubbio facendo delle ricerche specifiche su ciascuna nomenclatura che troverai indicata. Scoprirai così molto facilmente se questa fa riferimento a una sostanza di origine naturale o derivata da sintesi chimica.

3. Cosa significa l’ordine degli ingredienti nell’INCI?

L’ordine in cui sono riportati gli ingredienti sul codice INCI di un prodotto non è per niente casuale. Quando leggi gli ingredienti contenuti in un prodotto ricorda sempre questa regola: al primo posto vengono scritte le sostanze che sono presenti in percentuale maggiore.

A seguire verranno indicate tutte le altre sostanze in ordine decrescente a seconda della loro quantità.

Questo è molto importante, perché la lettura del primo ingrediente dell’INCI ti può già dare una prima idea in merito ad alla presenza di una maggiore o minore quantità di sostanze naturali contenute all’interno di un eventuale detersivo ecologico (greenme.it).

Visita il sito di TerraWash e scopri i benefici di un bucato ecologico

I detersivi ecologici lavano bene?

Veniamo ora al cuore della questione. Se stai leggendo questa guida significa che sei interessato a fare il tuo bucato rispettando l’ambiente. Dunque, eri già alla ricerca di un detersivo per la lavatrice che ti permettesse di lavare i tuoi panni in modo naturale.

Giunto a questo punto conosci il vero significato di “prodotto ecologico” e sai comprendere, in completa autonomia e consapevolezza, quali siano i tratti distintivi dei detersivi ecologici, differenziandoli da altri prodotti della stessa categoria meno naturali ed eco-friendly.

Proseguiamo ora con la nostra guida.

Sappiamo che vuoi ottenere certamente un ottimo risultato facendo il bucato e non ti vuoi accontentare di aiutare l’ambiente senza però igienizzare bene i tuoi capi. La salute e l’igiene della tua persona è importante tanto quanto quella del nostro pianeta e i due aspetti devono andare di pari passo.

C’è poi da dire che sei veramente stanco di constatare i risultati discreti che ti aspettano ogni volta che apri l’oblò della lavatrice: vuoi eliminare definitivamente i cattivi odori (che tante volte riemergono dai panni anche dopo il lavaggio) vuoi togliere lo sporco e i batteri, vuoi che i tuoi panni abbiano l’odore di vero pulito.

Per questo motivo non vuoi più accontentarti di versare sui tessuti dei tuoi panni dosi eccessive di prodotti dalle forti fragranze floreali – magari di origine chimica – per poi accorgerti che non sono veramente puliti, neanche dopo che li avrai asciugati e stirati, perché continuano a puzzare sempre negli stessi punti.

Non vuoi più che tutto questo succeda.

Ora il tuo vero obiettivo è ottenere un bucato profondamente pulito e stai cercando un detersivo che ti permetta di farlo in maniera naturale.

Prima di offrirti una soluzione concreta a questa tua esigenza – che unisce rispetto per l’ambiente e necessità di un bucato pulito – permettici di fare chiarezza su quattro punti, molto importanti per un vero lavaggio dei panni, che ti potranno aiutare poi nella tua scelta definitiva del giusto prodotto per la tua lavatrice.

Il detersivo ecologico: un igiene sicuro e naturale al 100%

1. Aggiungere profumi non significa lavare

Proprio così: dobbiamo toglierci dalla testa che i profumi eccessivi che emergono dai panni dopo il loro lavaggio, siano garanzia di pulito. Questo concetto è sbagliato e se non si comprende bene l’errore che sta al fondo, non si può capire cosa significhi “vero pulito”.

Ma facciamo un passo indietro.

Quando parlavamo di composizione del prodotto ti sarai accorto che abbiamo fatto accenno alle profumazioni di origine chimica. Molti detersivi e ammorbidenti tradizionali contengono al loro interno profumazionialcune di queste molti forti e spesso fastidiose per chi ha una sensibilità delicata, come i neonati o le persone che soffrono di Sensibilità chimica multipla – che vanno ad aggiungersi ai tessuti al momento del lavaggio (greenme.it).

Hai capito bene: abbiamo usato il termine “aggiungersi” non a caso. Perché effettivamente le profumazioni, non agiscono sullo sporco o sui batteri responsabili dei cattivi odori, ma hanno il semplice scopo di “aggiungere profumo”.

Questo semplice aspetto può sembrare banale, ma è molto importante. Pochissime persone, quando scelgono il detersivo per la lavatrice, ci pensano. Anzi, al contrario, uno dei criteri di scelta di molti consumatori, indecisi su quale detersivo acquistare per fare il bucato, è proprio la scelta della fragranza. C’è chi preferisce il profumo dei frutti, chi dei fiori e chi delle piante.

Il risultato? “Aggiungi” profumi chimici al bucato ma lavi in maniera inconsapevole- e soprattutto non elimini gli odori.

2. Per pulire bisogna eliminare la causa degli odori

A questo punto ti starai chiedendo: come posso allora eliminare i cattivi odori del bucato?

Se te lo stai chiedendo significa che sei già sulla buona strada.

Per avere la risposta segui il nostro ragionamento e lo capirai subito.

Ti sei mai chiesto quale sia la vera causa dei cattivi odori? Devi sapere che per eliminare quei fastidiosi odori acriche ritrovi spesso sotto le maniche di camicie e magliette e che riemergono magari quando le stai stirando, anche se pensavi di averli tolti – devi eliminare i batteri che ne sono responsabili.

Proprio così: i responsabili dei cattivi odori sono i batteri. Dunque, eliminando la causa si può eliminare finalmente il problema.

È un dato di fatto molto semplice, ma molte persone non lo sanno. È per questo che molti continuano a cercare detersivi e ammorbidenti profumatissimi per togliere quella puzza che riemerge costantemente dai panni, senza sapere che l’unico modo per farlo è quello di trovare un prodotto che vada ad agire direttamente e in maniera efficace sui batteri che ne sono responsabili.

E l’errore più comunque poi è quello di aggiungere quantità eccessive di detersivo pensando così di eliminare il problema.

È possibile invece eliminare definitivamente i cattivi odori in maniera naturale scegliendo il giusto prodotto ecologico che vada semplicemente ad agire sui batteri che ne sono responsabili.

3. È possibile igienizzare i panni senza aggredire i tessuti?

Un altro aspetto a cui poche persone fanno attenzione è il fatto che igienizzare a fondo i capi, non significa necessariamente utilizzare prodotti molto aggressivi.

Prova a pensare alla tua esperienza: quando non riesci ad eliminare gli odori dalla tua maglietta preferita, anche dopo il secondo lavaggio, non ti viene la tentazione di usare un prodotto fortemente aggressivo pensando così di eliminare il problema alla radice?

È probabile che ti sia successo. E lo capiamo.

Non riuscire nel lavaggio dei panni è molto frustrante. Fa perdere tanto tempo e si rischia di scoraggiarsi molto, se non si vedono subito i risultati sperati.

Come già detto sopra però, per eliminare il problema bisogna agire sulla causa. Dunque, non è detto che un prodotto più aggressivo – magari con composizione chimica, anche se in piccola percentuale – sia la soluzione più adeguata.

Il tuo obiettivo – nel caso dell’esempio della maglietta – deve essere quello di trovare il prodotto, la cui composizione sia studiata per andare ad agire direttamente sui batteri responsabili dei cattivi odori, senza per questo dover aggredire per forza il tessuto del tuo capo di abbigliamento preferito.

Lavare con troppa frequenza un vestito o una tovaglia, o qualunque tessuto faccia parte della biancheria della casa o della persona, potrebbe avere conseguenze negative sui tessuti. I danni, poi, possono essere maggiori se lo si fa con prodotti chimici troppo aggressivi.

Anche in questo caso – per evitare che accada l’irreparabile e che tu ti debba pentire in un secondo momento – devi porti l’obiettivo di trovare il giusto prodotto che sia delicato sui tuoi capi e sia veramente efficace sullo sporco.

Ti farà piacere sapere che questo è possibile grazie a un valido prodotto ecologico e con composizione naturale.

Tra poco ne saprai di più.

Igiene naturale e delicato sui capi: la soluzione sono i detersivi ecologici

4. Le sostanze dei detersivi da bucato possono entrare a contatto con la pelle

Ti starai chiedendo: ma questo cosa c’entra con la pulizia dei panni?

La domanda è giusta e ti risponderemo subito.

Fare il bucato fa parte delle pulizie di casa, ma è anche un aspetto molto importante dell’igiene della persona. Proprio così: indossare panni veramente igienizzati e puliti non è secondario per la tua igiene e la tua salute.

I nostri abiti durante la giornata entrano a contatto con ogni genere di superficie, ogni tipo di sporco e di batteri, che poi, se non vengono eliminati, rischiano di rimanere a contatto con la nostra pelle.

E questo è un ragionamento abbastanza condiviso da molte persone. Siamo certi che lo condividi anche tu: è per questo che ti impegni tanto per trovare la giusta soluzione per pulire a fondo i tuoi panni.

In pochi però si rendono conto del fatto che, a entrare a contatto con la nostra pelle non sono solo i batteri che vengono dall’ambiente che ci circonda e che si depositano sui nostri abiti, ma sono anche le sostanze dei detersivi che usiamo per lavare gli abiti stessi.

Proprio così: quando crediamo di liberare definitivamente i tessuti da ogni genere di sostanza residua, lavandoli in lavatrice, potrebbe capitare che altre sostanze si depositano a loro volta sui panni entrando poi inevitabilmente a contatto con la nostra pelle (ecocentrica.it).

E non tutti i tipi di pelle sono disposti a sopportare alcune sostanze contenute nei detersivi tradizionali.

Ci sono casi in cui, chi ha la pelle particolarmente sensibile – magari perché soffre di Sensibilità chimica multipla, di dermatiti o semplicemente chi deve fare il bucato per un neonato – non può permettersi di usare un detersivo con una composizione qualunque, senza averne verificato prima le componenti.

Proprio perché sa che le sostanze in esso contenute potrebbero entrare a contatto con la propria pelle, già particolarmente irritabile.

In certi casi è proprio una questione di salute (salute.gov.it).

Sappiamo bene che conoscere questi aspetti del lavaggio dei panni può spaventare e che magari fino a questo momento non ci avevi pensato così in profondità.

Non ti devi preoccupare però. Se sei consapevole della composizione dei prodotti che usi nella tua lavatrice, ora che sei finalmente “addestrato” a riconoscere un vero prodotto ecologico e sicuro per il tuo bucato, non dovrai assolutamente temere per la tua pelle.

Potrai scegliere il detersivo per lavare i tuoi panni anche pensando a questo aspetto, in modo da non doverti preoccupare nel caso in cui qualche residuo di prodotto debba depositarsi sui tessuti anche dopo il lavaggio.

Solo così otterrai una vera pulizia dei panni e potrai godere di tessuti liberi da sostanze che possono infastidire la tua pelle.

TerraWash: il detersivo ecologico e facile da usare per il tuo bucato

A questo punto sei pronto per comprendere i numerosi vantaggi e le caratteristiche specifiche di un detersivo ecologico per lavatrice assolutamente unico nel suo genere: stiamo parlando di Terrawash.

Come già detto, chi ha il problema quotidiano del bucato e vuole farlo in maniera sicura ed efficace, rispettando la natura e pulendo a fondo i propri panni, non si può accontentare di un prodotto che lasci dei dubbi circa la buona riuscita dei propri lavaggi (e questo purtroppo può capitare anche con molti detersivi ecologici).

TerraWash risponde a tutte queste tue esigenze donandoti un bucato sicuro, veramente igienizzato, delicato sui tessuti e sulla pelle, ed ecologico.

Ti starai chiedendo: che cos’è TerraWash e come funziona?

Che cos’è TerraWash?

TerraWash è un detersivo ecologico, amico dell’ambiente e un alleato per un bucato efficace e sicuro.

È composto da un sacchettino microforato che contiene al suo interno del magnesio.

Non si presenta come il solito detersivo tradizionale, contenuto in un grande flacone di plastica, da inserire in dosi diverse, a seconda del programma scelto e della quantità di sporco, nel cassettino della lavatrice.

Non aspettarti la solita confezione ingombrante e pesante, con annesse complicate istruzioni sull’etichetta circa la quantità di prodotto da inserire – un bicchiere, due bicchieri o mezzo – per diversi tipi di tessuti o temperature del lavaggio.

Tutti questi aspetti complicati del fare bucato, che fanno perdere tanto tempo e non ci portano spesso ai risultati sperati, con TerraWash sono eliminati alla radice.

Detersivi ecologici: Perché scegliere TerraWash?

Come funziona TerraWash?

Un sacchettino TerraWash è molto semplice da usare.

Quando devi fare il bucato, è sufficiente inserire il sacchettino direttamente nel cestello della lavatrice, prima di caricare i panni. Successivamente dovrai solo chiudere l’oblò ed impostare il lavaggio. E il gioco è fatto.

Non dovrai perdere troppo tempo e potrai dedicarti ad altre faccende di casa, lasciando che TerraWash si occupi dei tuoi panni in tutta sicurezza e tranquillità.

Tieni presente poi che TerraWash è efficace a qualsiasi temperatura. Questo fatto non è indifferente nell’economia di tempo che impieghiamo per fare il bucato.

Una delle difficoltà più condivise nel fare il bucato, infatti, è proprio scegliere la temperatura giusta del lavaggio, in base al tipo di tessuto e ai risultati che vogliamo ottenere. E spesso ci chiediamo se riusciremo a ottenere dei buoni risultati anche se scegliamo un programma con la temperatura troppo bassa (magari perché abbiamo timore di rovinare i capi delicati).

Con Terrawash non dovrai più impazzire per scegliere un programma che abbia la giusta temperatura per permettere un’azione efficace delle sostanze contenute nel detersivo.

Qualsiasi sia la temperatura del lavaggio prevista dal programma che andrai a scegliere, l’azione di TerraWash sarà la medesima. Il magnesio in esso contenuto si attiverà sia a temperature più basse sia a temperature più alte. Il programma scelto non farà differenza.

Una volta poi che sarà terminato il programma di lavaggio, ti consigliamo di mettere il sacchettino TerraWash ad asciugare insieme ai panni. Potrai così riutilizzarlo subito al lavaggio successivo.

Nel caso in cui avessi bisogno di far partire immediatamente un altro lavaggio, non sarà necessario aspettare che il sacchettino asciughi, ma potrai riutilizzarlo subito inserendolo assieme al nuovo carico di panni.

Un sacchettino TerraWash, infatti, può essere usato fino a un anno di lavaggi. Anche in questo caso potrai godere della comodità di riutilizzare lo stesso prodotto, senza doverne acquistare altri. Fare la spesa non ti sarà mai sembrato così semplice, senza la scocciatura di tutti quei pesanti flaconi di detersivo, che dovevi comprare mediamente una volta mese.

Se si calcola una media di cinque o sei lavaggi a settimana, lo stesso sacchettino di TerraWash ti basterà per circa un anno intero.

La comodità e la convenienza nel fare il bucato con TerraWash – rispetto anche ad altri detersivi ecologici – sono solo i primi due aspetti più rivoluzionari e vantaggiosi di questo detersivo ecologico.

Se sei curioso di conoscere gli altri vantaggi di TerraWash e vuoi capire bene nel dettaglio come può aiutarti a fare un bucato eco-friendly, scoprendo agisce il magnesio sulla pulizia dei tuoi panni, leggi quanto segue.

Come funziona il detersivo ecologico TerraWash

Come agisce TerraWash nella lavatrice?

Quando proverai per la prima volta TerraWash e ti accorgerai dei risultati che si possono ottenere, la prima cosa che ti chiederai sarà: come fa questo sacchettino di magnesio a pulire i miei panni?

Devi sapere che TerraWash ha un metodo di pulizia rivoluzionario che ha origine nel lontano Giappone.

È proprio dagli studi in merito alle scoperte rivoluzionarie fatte in Giappone riguardo gli usi del magnesio applicato al bucato in lavatrice, che è nato il detersivo TerraWash.

Per capire come funziona il lavaggio dei panni con TerraWash devi sapere che in ciascun sacchettino è contenuto esclusivamente magnesio purificato. Il metodo di pulizia di TerraWash agisce, grazie al potere del magnesio, sul pH dell’acqua rendendola alcalina ionizzata.

L’acqua così composta – ovvero con un valore del pH di circa 10,5 – ha una forte capacità di rimuovere i germi e i batteri.

Gli stessi test di laboratorio hanno dimostrato l’efficacia anti-batterica di TerraWash.

Ti stupirà il fatto che l’efficacia di questo metodo di pulizia dei panni è del tutto naturale e si serve della sola forza dell’acqua, priva dell’aggiunta di sostanze chimiche di sintesi.

È un metodo semplice e rivoluzionario al tempo stesso, che cambierà il tuo modo tradizionale di fare il bucato.

Perché scegliere TerraWash per il tuo bucato?

Siamo ormai giunti al termine della nostra guida e sappiamo che molte delle tue curiosità in merito ad un efficace lavaggio dei panni ecologico con TerraWash sono state soddisfatte.

Tuttavia, non possiamo tralasciare di raccontarti quali sono i veri punti di forza di TerraWash, perché sia conveniente sceglierlo rispetto agli altri detersivi ecologici e che vantaggi ne avrai per il tuo bucato.

A te interessa che i tuoi panni risultino veramente puliti. Vuoi che questo accada senza troppa fatica e in maniera naturale. E hai capito che TerraWash può essere per te un valido alleato.

Ma non sai ancora che i vantaggi di usare TerraWash per il tuo bucato sono anche di più.

Ne elenchiamo qui di seguito tre.

I vantaggi del detersivo ecologico TerraWash per l'ambiente e per il tuo bucato

1. TerraWash è un detersivo sicuro

La composizione di TerraWash, a differenza di molti altri detersivi per lavatrice, è naturale al cento per cento. Vale a dire che assieme al magnesio non sono presenti altre sostanze, neanche in percentuale minima.

Che cosa significa questo?

Significa una maggiore sicurezza per la tua pelle e per i tuoi tessuti. Qualsiasi residuo di prodotto rimanga nei tessuti, infatti, anche se dovesse entrare a contatto con la tua pelle, non risulterebbe dannoso, perché composto solo da puro magnesio.

Se soffri di dermatite atopica o di sensibilità chimica multipla (MCS), sai bene di cosa stiamo parlando. TerraWash è l’ideale per tutte quelle persone che non possono permettersi di utilizzare normali detersivi chimici per il proprio bucato a causa di diversi problemi legati alla pelle.

TerraWash, non avendo al suo interno componenti chimici di sintesi, non rappresenta una minaccia per queste persone e non causa disturbi e reazioni del derma.

Un detersivo con composizione ipoallergenica come TerraWash, inoltre, non può che risultare perfetto per qualunque tipo di pelle, anche per chi non soffre di particolari tipologie, ma vuole semplicemente fare attenzione alle sostanze che entrano a contatto col proprio corpo, prediligendo prodotti naturali perché più delicati e sicuri.

L’attenzione alla composizione chimica dei prodotti per il lavaggio dei panni è particolarmente alta, poi, se si pensa al bucato per la prima infanzia. I genitori che si devono prendere cura dell’igiene di un neonato sanno bene quanto sia delicata la sua pelle e quanto occorre essere scrupolosi nella scelta dei prodotti che entreranno con essa.

Anche in questo caso TerraWash è la soluzione ideale, perché, grazie alla sua composizione, riduce il rischio di dermatiti tipiche dei neonati ed è la soluzione perfetta per proteggere la loro pelle.

Potrai infine verificare la delicatezza di TerraWash anche sui tessuti stessi dei panni. Essendo composto da solo magnesio, TerraWash non risulta aggressivo sui tessuti. Non rovina i panni e può essere utilizzato per lavare ogni tipo di indumento.

2. TerraWash è efficace sullo sporco e sui cattivi odori

Con TerraWash puoi finalmente dire addio ai cattivi odori del bucato. Questo perché l’azione delle sfere di magnesio si concentra direttamente sui germi che causano i cattivi odori contenuti sui tuoi panni, evitando che questi riemergano improvvisamente dopo il lavaggio.

Non avrai più brutte sorprese dai tuoi panni già lavati. Non dovrai più vergognarti per i cattivi odori che senti riemergere dalla tua bella maglietta appena indossata e fresca di bucato.

Il vero punto di forza di TerraWash è il fatto che non copre i cattivi odori con fragranze artificiali. Al contrario è completamente inodore e, agendo direttamente sui batteri responsabili dei cattivi odori, lascia sui tuoi panni un fresco profumo di pulito, senza profumazioni eccessive aggiunte.

Detersivo ecologico TerraWash: la soluzione naturale e sostenibile per il tuo bucato

3. TerraWash è un detersivo veramente eco-friendly

Ecco l’ultimo aspetto veramente interessante del detersivo ecologico TerraWash.

Prima di tutto sappi che una volta che il sacchettino di Terrawash avrà terminato il suo ciclo di vita, potrai usare le sfere di magnesio come fertilizzante naturale per il terreno.

Proprio così: il contenuto di TerraWash non solo non danneggia la natura, ma può tornare a farne parte alla fine del suo utilizzo in lavatrice.

Quale soddisfazione maggiore puoi avere, dopo aver fatto un bucato veramente eco-frinedly, se non quella di aiutare l’ambiente in questo modo?

E non è finita qui. Se scegli TerraWash per il tuo bucato contribuirai attivamente alla riforestazione del pianeta. Per ogni TerraWash acquistato, infatti, potrai dare lavoro a persone che vivono nelle zone più povere del pianeta tramite il programma di riforestazione in collaborazione con Eden Riforestation Project.

Per ogni TerraWash acquistato verrà piantato un nuovo albero e, nel piccolo della tua vita domestica, potrai contribuire anche tu alla riforestazione del pianeta.

Se poi sei un amante della natura e sei preoccupato per l’inquinamento idrico e per la salute dei nostri mari, ti farà infine piacere sapere che TerraWash, oltre a non contenere sostanze nocive per la salute delle nostre acque, presenta una componente minima di plastica rappresentata dal sacchettino microforato.

Usando un TerraWash all’anno, non ti sarà difficile riciclarlo al termine del suo ciclo di vita come previsto dalla normativa del tuo Comune di residenza.

Fare il bucato rispettando l’ambiente con il detersivo ecologico TerraWash

Ora conosci tutti i segreti dei detersivi ecologici – e detersivi naturali in genere – sai quale sono le loro caratteristiche, come si può fare a scegliere il migliore e quali vantaggi rivoluzionari può portare TerraWash al tuo bucato.

Non ti resta che provarlo sui tuoi panni e constatarne di persona gli innumerevoli benefici del detersivo naturale TerraWash per l’igiene del tuo bucato, la salute della tua persona e la salvezza del pianeta.

Potrai provare TerraWash per 30 giorni e restituirlo gratuitamente – con il rimborso dell’intero prezzo d’acquisto – se non soddisferà le tue aspettative.

Desideri lavare i tuoi capi rispettando la tua salute e quella del pianeta?