Allergia ai detersivi: come curarla in modo naturale ed ecologico

Quando si parla di allergia ai detersivi ci si chiede sempre quanto questa condizione sia effettivamente causata dai detersivi per il bucato e quanto invece si tratti di una predisposizione genetica. In realtà, in entrambi i casi vedremo che scegliere un detersivo ecologico, naturale e delicato è l’opzione vincente.

Secondo uno studio della European Academy of Allergy and Clinical Immunology – Eaaci entro il 2025 il 50% della popolazione europea soffrirà di una qualche forma di allergia, di severità variabile da caso a caso.

Se consideriamo che agli inizi degli anni 2000 questa condizione era considerata come rara, possiamo intuire che qualcosa nel nostro attuale stile di vita sta incidendo in maniera negativa sulla salute di tutti.

Le forme di allergia di cui si può soffrire e gli elementi che possono scatenarle sono tante, ma in questo articolo ci concentreremo nello specifico sulle allergie cutanee e le conseguenti manifestazioni, andando ad indagare i possibili colpevoli ed i giusti rimedi.

Allergia ai detersivi: scegli il modo naturale ed ecologico di fare il bucato

In particolare ci chiederemo se è possibile sviluppare delle vere e proprie allergie ai detersivi.

Esiste un’allergia ai detersivi?

Se sei approdato su questa pagina è perché probabilmente hai qualche tipo di problema cutaneo e vorresti scoprire quanto il detersivo che usi per il tuo bucato può incidere o incide sulla tua condizione.

Ti diciamo subito che, usare il giusto detersivo fa la differenza in maniera sostanziale se si soffre di allergie cutanee, ma anche, che usare il detersivo sbagliato può essere la causa stessa di allergie ed irritazioni della pelle.

In particolare, è assolutamente necessario usare un prodotto specifico come un detersivo per dermatite atopica quando si soffre di questa condizione, in quanto è noto che molti dei componenti dei detersivi chimici tradizionali sono “trigger” dei sintomi.

Altra condizione che richiede l’uso di detersivi delicati e rispettosi della pelle è la sensibilità chimica multipla, in cui l’impatto dei detersivi chimici è molto alto.

Sia la dermatite atopica che la MCS sono inoltre fattori che facilitano la contrazione di un’allergia ai detersivi: il nostro consiglio è quindi quello di evitare l’uso di detersivi chimici se già soffri di queste due patologie.

Allergia ai detersivi: prova l'efficacia di TerraWash che è ipoallergenico e naturale e non irrita

Come riconoscere l’allergia ai detersivi

Abbiamo detto che avere una condizione pregressa può facilitare l’insorgenza delle allergie ai detersivi.

Ma è possibile contrarre un’allergia solo a causa del detersivo per il bucato? La risposta è sì.

In particolare il detersivo può dare origine a dermatiti da contatto, cioè irritazioni della pelle dovute all’esposizione ad agenti irritanti che si trovano nella composizione del prodotto.

Questi tipi di dermatiti si differenziano in:

  • Dermatite irritativa da contatto: quando la sostanza irritante scatena reazioni come rossori, sensazione di bruciore sulla pelle, pruriti, desquamazioni e pelle secca, ma senza manifestazioni proprie dell’allergia
  • Dermatite allergica da contatto: quando il prodotto irritante stimola una vera e propria reazione immunitaria, con difficoltà respiratorie, naso chiuso e tosse

Altro fattore da tenere presente è che l’allergia ai detersivi può presentarsi subito, alla prima occasione d’uso, perché magari hai cambiato il tuo detergente per il bucato, ma anche dopo tanto tempo, come reazione al detersivo che usi da sempre.

Non preoccuparti, non sempre uno sfogo cutaneo o un’irritazione della pelle è sintomo di un’allergia. Può trattarsi anche di una semplice ipersensibilità cutanea, risolvibile con l’uso di un detersivo per pelli sensibili.

Quali sono i componenti del detersivo che causano l’allergia? Vediamoli insieme.

Come riconoscere l'allergia ai detersivi

Ingredienti dei detersivi che causano reazioni allergiche

Come hai visto, il detersivo per il bucato può giocare un ruolo primario nella comparsa di dermatiti da contatto e allergie cutanee. Questo avviene perché i tradizionali detergenti presenti in commercio contengono molti ingredienti chimici, talvolta anche aggressivi, che sono potenzialmente allergizzanti.

In particolare, i seguenti ingredienti sono i principali responsabili della maggior parte delle dermatiti da contatto causate dai detersivi (Healthline.com):

  • Surfattanti
  • Profumi artificiali
  • Conservanti
  • Enzimi
  • Parabeni
  • Coloranti
  • Ammorbidenti
  • Addensanti e solventi
  • Emulsionanti

Le allergie ai detersivi sono pericolose perché raramente si manifestano in maniera aggressiva alla prima esposizione, ma hanno sintomatologia lieve tale da portare ad una sottovalutazione del problema.

In realtà già dai primi segni bisogna prendere le dovute precauzioni, poiché una volta sensibilizzato saranno sufficienti piccolissime dosi per scatenare reazioni severe.

Cosa fare allora per prevenire o alleviare l’allergia ai detersivi?

I rimedi per le allergie cutanee

Una volta che avrai capito, con l’aiuto di uno specialista, che la causa dei tuoi sintomi è il detersivo che usi per il bucato, ci sono degli accorgimenti che puoi prendere per migliorare notevolmente la tua condizione.

In particolare ti suggeriamo 4 modi in cui puoi ridurre drasticamente i sintomi della dermatite da contatto dovuta al detersivo.

Allergia ai detersivi: 4 rimedi per le allergie cutanee

1. Usa il giusto quantitativo di detersivo

Ebbene sì, la quantità di detersivo che usi per la lavatrice può essere una causa di comparsa di irritazioni cutanee ed allergie.

Usarne più di quanto indicato sull’etichetta può infatti far sì che rimangano residui sui vestiti a causa del sovradosaggio. Questi residui possono di conseguenza, venendo a contatto con la pelle, incentivare uno sfogo cutaneo.

Ecco allora che fare attenzione ai giusti dosaggi ha più importanza di quanto pensi per evitare l’allergia ai detersivi.

2. Fai un doppio ciclo di risciacquo del bucato

Quando fare attenzione al giusto dosaggio di detersivo non è abbastanza, ecco che un ulteriore arma a tuo vantaggio nella lotta alle irritazioni cutanee può essere il doppio ciclo di risciacquo.

Un doppio risciacquo ti aiuterà ad eliminare eventuali residui di detersivo ed allergeni non rimossi al primo ciclo, dandoti la sicurezza di un bucato veramente igienizzato.

3. Igienizza la tua lavatrice

Forse non ti aspettavi che parlassimo di lavatrice in questo articolo, ma se ci pensi bene è naturale che anche una sua corretta pulizia incida sulle allergie da detersivo.

Infatti, se i residui di detersivo ed allergeni possono restare sui tessuti lo stesso vale per la lavatrice.

Gli angoli più nascosti ed umidi sono il luogo dove si annidano detersivo e sporco non rimossi durante il risciacquo. Se non eliminati con una corretta e costante pulizia della lavatrice, questi residui possono contribuire a originare muffe e trasferirsi sul bucato.

È chiaro che, per chi soffre di allergie cutanee o ha una pelle particolarmente sensibile, questa evenienza è da evitare assolutamente e quindi una corretta pulizia della lavatrice è da fare periodicamente.

4. Scegli un detersivo naturale ed ipoallergenico

Il quarto ed ultimo rimedio, ma anche il più importante, per prevenire e curare l’allergia ai detersivi, è quello di scegliere il giusto detersivo.

Questo è possibile farlo una volta che avrai chiaro a quali allergeni e sostanze sei allergico o comunque sensibile, in modo da trovare un detersivo privo di quel dato allergene.

In linea generale, un prodotto idoneo per chi soffre di allergie ed irritazioni cutanee o per chi vuole prevenirle è il detersivo ecologico per bucato.

Questo è più delicato dei detersivi chimici e presenta quindi una composizione meno aggressiva ed irritante.

Le caratteristiche che un buon detersivo ecologico per lavatrice deve avere sono:

  • Ipoallergenico e adatto alle pelli sensibili
  • Assenza di coloranti
  • Assenza di profumi chimici
  • Tensioattivi di origine vegetale

Se tutte queste informazioni ti hanno fatto capire quali sono le caratteristiche del detersivo adatto alle tue esigenze ma non sai dove trovarlo, noi abbiamo quello che fa al caso tuo: il detersivo TerraWash.

Allergia ai detersivi: prova i benefici del magnesio sulla tua pelle sensibile

Previeni e cura l’allergia ai detersivi con TerraWash

Quando abbiamo pensato aTerraWashabbiamo pensato ad un detersivo che rispondesse a tutti i tipi di esigenze: un detersivo ecologico rispettoso dell’ambiente, un detersivo delicato per la pelle del neonato, un detersivo naturale per chi soffre di allergie.

Perché sì, è possibile trovare un detersivo che vada bene per tutte le esigenze.

TerraWash non è solo un detersivo, è un modo tutto nuovo di fare il bucato. Avrai tra le mani un sacchettino microforato, bianco, piccolo ed elegante, contenente magnesio purificato al 99,95%.

Tutto ciò che dovrai fare sarà inserire il sacchettino nel cestello della lavatrice e procedere con il ciclo di lavaggio. È all’interno del cestello che avverrà la magia: l’acqua, a contatto con il magnesio, innalza il suo Ph a 10.5 diventando alcalino ionizzata.

Questa nuova caratteristica la rende capace, con la sua sola azione, di rimuovere lo sporco ed igienizzare il bucato.

Nessun rischio di sovradosaggio, nessun misurino dosatore, nessun flacone ingombrante ed inquinante.

Ad ogni lavaggio potrai riutilizzare TerraWash allo stesso modo, anche più volte di seguito. Il sacchettino rilascia solo il giusto quantitativo di magnesio necessario ad attivare la reazione dell’acqua.

Quando avrai terminato di lavare il bucato, potrai appendere il sacchettino grazie alla comoda etichetta di stoffa.

Altra caratteristica che rende veramente ecologico TerraWash, ma anche economico rispetto ad altri detersivi, è il fatto che un sacchettino dura per ben un anno di lavaggi. Considerando una media di 5 o 6 lavatrici a settimana, l’esigenza di un nuovo TerraWash nascerà all’incirca dopo questo lasso di tempo.

Per essere assolutamente certo che è il momento di cambiarlo, ti suggeriamo di pesare il tuo sacchettino: al di sotto degli 80 grammi le prestazioni non sono più idonee ad una giusta igiene secondo i nostri standard.

Il magnesio restante potrai utilizzarlo come ottimo fertilizzante per le tue piante, mentre il sacchettino andrà riciclato come plastica, secondo le regole del tuo comune.

Ma vediamo adesso nello specifico cosa rende TerraWash veramente adatto a chi soffre di allergia ai detersivi o a chi vuole prevenire questa eventualità, optando per un buon detersivo naturale per lavatrice.

Allergia ai detersivi: TerraWash è adatto alle pelli sensibili

È un detersivo adatto per pelli sensibili

La prima caratteristica, che abbiamo detto essere anche la più importante per chi scopre di essere allergico al detersivo, è che TerraWash è un detersivo ipoallergenico.

Un detersivo ipoallergenico è un detersivo delicato, privo di ingredienti irritanti o allergizzanti che possono causare reazioni avverse sulle pelli sensibili.

A conferma di questa totale sicurezza, TerraWash vanta anche la certificazione AllergyUK, uno dei più importanti enti certificatori di prodotti adatti per chi soffre di allergie.

Ciò che rende TerraWash così rispettoso della pelle è il suo contenuto a base di solo magnesio, un elemento naturale noto per le sue proprietà benefiche sia per il sistema nervoso sia per la pelle.

Il magnesio è inoltre un antibatterico naturale e quindi contribuisce alla rimozione di batteri ed allergeni dal tuo bucato, come dimostrato anche dai test di laboratorio.

Avrai una profonda pulizia ed igiene del bucato di tutta la famiglia, ma con la sicurezza di un prodotto delicato e non aggressivo sia per la pelle sia per i capi.

Non lascia residui dannosi su bucato e lavatrice

L’ingrediente principale di TerraWash abbiamo visto essere il magnesio. In quanto elemento naturale, ipoallergenico e dermocompatibile, eventuali residui sui tuoi capi non risulterebbero quindi dannosi per la tua pelle.

Potrai indossare tutto con la certezza che sia libero da impurità, batteri, allergeni ed eventuali residui chimici.

Anche la tua lavatrice ti ringrazierà se deciderai di usare TerraWash al posto dei detersivi chimici.

Ti consigliamo di fare subito un lavaggio a vuoto, con il solo TerraWash e a 90 gradi, in modo da pulire ed igienizzare a fondo la lavatrice.

Se non lo farai infatti, ai primi lavaggi potrai avvertire sui tuoi capi un cattivo odore: questo è il risultato dei precedenti detersivi che con il loro profumo coprivano gli odori originati dai residui di sporco nel cestello..

Una preventiva igienizzazione della lavatrice ti permetterà quindi di non incorrere in questo inconveniente che, ribadiamo, è dovuto ai precedenti residui accumulati e non rimossi.

Potrai usare TerraWash anche per rimuovere eventuali tracce di muffa dal tuo elettrodomestico.

Una lavatrice perfettamente pulita durerà più a lungo e ti assicurerà un bucato altrettanto pulito ed igienizzato.

Allergia ai detersivi: non lascia residui su bucato e lavatrice

TerraWash: il tuo alleato contro le reazioni allergiche

In questo articolo abbiamo affrontato il delicato tema delle allergie, andando ad indagare il ruolo del detersivo per lavatrice in questa condizione.

Hai potuto vedere che il detersivo ha un ruolo importante non solo in caso di patologie pregresse della pelle, ma può essere esso stesso causa di allergie ed irritazioni cutanee.

Ecco allora che l’unica soluzione possibile sia optare per un detersivo per il bucato ipoallergenico e delicato, privo di qualsiasi ingrediente chimico.

TerraWash può essere il tuo alleato in questa battaglia perché è a base di magnesio, elemento naturale ed antibatterico, e perché non solo ti aiuta a pulire ed igienizzare il tuo bucato, ma è perfetto anche per l’igiene della lavatrice.

Con TerraWash dirai addio alle preoccupazioni dovute ad allergie e pelle delicata, avendo anche la certezza di un bucato fresco, pulito e sicuro.

Cerchi un detersivo ecologico e naturale per prevenire le allergie della pelle?